Potenza, cosa vedere: posti da visitare in Basilicata

33
Potenza cosa vedere

Potenza, cosa vedere? Un capoluogo molto interessante italiano è quello della Basilicata. È un comune di circa 68000 abitanti che è molto particolare perché sorge nella valle del Basento o meglio nella sua parte alta. Si trova sulla dorsale appenninica delle Dolomiti lucane. È una città davvero molto particolare che si trova in una zona altamente sismica ed è caratterizzata dalla presenza tutto intorno di monti alti e altrettanto particolari.

Se vi chiedete a Potenza cosa vedere, potete visitare la città medievale, che è la parte più turistica e si trova a circa 800 metri sopra il livello del mare. Potenza è la città che per altezza è seconda soltanto ad Enna ed è caratterizzata proprio sotto questo aspetto da un particolare tipo di struttura abitativa.

È l’undicesimo comune più grande della Regione Basilicata ed è caratterizzata da un clima montano mediterraneo che in estate è particolarmente secco.

La storia della città di Potenza

La città di Potenza ha una storia molto antica ed ha un’origine davvero particolare perché potrebbe essere stata sia sabellica che anche di origine Italo greca. La città inizialmente si trovava nella zona che oggi si chiama Serra di Vaglio, a oltre 1000 metri di altezza.

Nell’era romana gli abitanti sono sempre stati molto in contrasto con quello che l’impero dettava: finita l’era Romana, la città ha avuto una serie di alti e bassi e soprattutto è stata saccheggiata dai barbari in diverse occasioni.

In età Bizantina però Potenza ha conosciuto un periodo di splendore fino all’epoca Normanna quando i Saraceni si lanciarono nuovamente in città. Il periodo Normanno fu però per la città di Potenza comunque pieno di avvenimenti.

Infatti nel 1137 vennero accolti in città l’imperatore Lotario II e il Papa Innocenzo II. Un’altra data importante per la città di Potenza è quella in cui il figlio del Barbarossa Enrico Sesto sposò Costanza d’Altavilla, l’ultima erede dei Normanni.

Quindi Potenza fu completamente distrutta per una sorta di vendetta, una volta che la città passò con gli Svevi. Nell’era moderna la città di Potenza ha conosciuto tantissime guerre intestine ma anche quelle tra francesi e spagnoli per dividere il regno che caratterizzava il territorio cittadino attuale.

Fino al 1500 quindi il territorio è stato altamente caratterizzato dagli scontri così come anche nel 1800, dove i tumulti sociali furono davvero numerosi. Nell’età contemporanea iniziò una fase un po’ più tranquilla per la città di Potenza che però, pure nel dopoguerra ha dovuto affrontare la ricostruzione del conflitto e poi affrontare quelli che sono stati i drammi del terremoto del 23 novembre del 1980 che provocò un bilancio di morti e feriti davvero allarmante.

La ricostruzione è stata molto difficile, ma oggi la città gode di uno splendore unico e di una buona fama, che la vede anche come meta turistica.

Il patrimonio monumentale e i luoghi di interesse a Potenza

Potenza

Potenza è ricca di architetture religiose e civili. Nello specifico tra le architetture religiose che vale la pena visitare vi è il centro storico che è originario del XIII secolo e dove si trova una bellissima chiesa dedicata alla Vergine Assunta e poi a Gerardo della Porta.

Questa chiesa conserva le spoglie del Santo Patrono in una struttura di cristallo e d’argento. Inoltre questa chiesa è anche caratterizzata dalla presenza di bassorilievi di indubbio valore storico in quanto risalenti al Duecento.

Nella chiesa di San Francesco al convento a Potenza, inoltre, è possibile anche scoprire la bellezza delle imposte lignee risalenti al Trecento e intagliate. Il campanile è di indiscutibile valore: è stato realizzato nel 1400.

Assolutamente da non perdere anche la cappella del beato Bonaventura, la chiesa di San Michele Arcangelo e la Chiesa Santissima Annunziata di Loreto. Tra le architetture religiose extramurali assolutamente da visitare, vi è la chiesa e convento di Santa Maria del Sepolcro, che è stata costruita tra il XVI e XVII secolo dei Cavalieri dell’Ordine dei Templari.

Se siete alla ricerca di luoghi interessanti a Potenza, cosa vedere, infine, se non le architetture civili che caratterizzano la città? Tra queste vi è il centro storico che è ricco di simboli di quella che è stata la complicata storia della città.

Nella piazza principale vi è il teatro Stabile costruito nel 1856 e poi assolutamente da vedere anche la struttura stessa della città che richiama la sua influenza medievale.

Potenza è anche ricca di ponti e di siti archeologici tra cui spicca la villa Romana di Malvaccaro. Nei dintorni della città di Potenza è anche possibile visitare numerose aree naturali che caratterizzano l’identità stessa della capoluogo della Basilicata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: