Scoprire il Madagascar dal mare

434
Madagascar

Quali posti meravigliosi si possono scoprire con la barca a vela? Questa è la domanda cruciale che si pongono tutti quelli che sono in procinto di organizzare una vacanza in mare. La risposta a questa domanda non è semplice. Il mondo è così stracolmo di luoghi incantevoli che c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ma potremo iniziare il nostro viaggio da lupi di mare navigando tra le acque trasparenti dell’Oceano Indiano e chiedere allo skipper di fermarsi di fronte alla costa sudorientale dell’Africa e precisamente nei pressi del Madagascar. Ma sapete che il Madagascar, contrariamente a quello che si pensi, è composto da più isole? Se volete pianificare una crociera in Madagascar per poter ammirare spiagge di finissima sabbia bianca, riserve naturali per gli amanti delle escursioni, e la favolosa quinta barriera corallina che caratterizza queste isole, salite sulla barca a vela insieme a noi e continuate a leggere.

Nosy Be, spiagge, natura e immersioni

Nosy Be è tra le isole più grandi del Madagascar. I suoi paesaggi naturali sono perfetti per lunghe passeggiate immersi nelle bellezze selvagge e incontaminate. Ma per chi non avesse intenzione di scendere a terra può rilassarsi ammirando il mare direttamente dalla barca, godendosi il fiammeggiante tramonto africano. Oppure tuffarsi nelle acque cristalline che lambiscono la barriera corallina, e nuotare tra fondali variegati ricchi di pesci tropicali. Le attività acquatiche, come lo snorkeling , in questa fetta di paradiso appartengono a quelle esperienza di vita che non vanno assolutamente perse.

La baia di Nosy Ve

Scegliere di noleggiare una barca è il consiglio per tutti coloro che vogliono inoltrarsi nella baia di Nosy Ve. Difficile? Assolutamente no, basta affidarsi a Globesailor, il portale di comparazione armatori leader nel settore. Potrete valutare la barca migliore per voi,  già munita di uno skipper esperto ed efficiente per rendere più agevole l’escursione sulla baia, e contattare direttamente l’armatore. La presenza di Globesailor assicura trasparenza a serietà.

Perdersi questa fetta di Madagascar sarebbe un peccato. Ricca di stormi di uccelli molto socievoli che cercano di proposito la compagnia delle persone è un avventura da vivere appieno. Inoltre questa zona è molto turistica. Una volta arrivati sulla spiaggia è possibile scegliere tra diversi alberghi e resort nel quale pernottare.

Nosy Tanikely, una riserva naturale

Dal mare si può approdare alla riserva naturale di Nosy Tanikely. Non esiste posto migliore in tutto il Madagascar, e forse sull’intero pianeta, in cui praticare lo snorkeling. Nelle acque profonde dell’Oceano Indiano è possibile ammirare un parco nazionale marino in cui sarà facile ritrovarsi a nuotare con tartarughe giganti, pesci dai mille colori, ammirando sbalorditi tutto ciò che la barriera corallina ha da offrire agli appassionati di immersioni. Quando poi ci siamo stancati, un pranzo tipico a base di zebù, gamberetti, aragoste e tante altre specie di pesce, lo possiamo gustare stando seduti direttamente davanti al mare.

Le canne di organo dell’isola del Grande Misto

Una capatina sull’isola di Grande Misto non può mancare, soprattutto, perché in questo luogo si verifica un fenomeno geologico molto singolare. Difatti, è possibile ammirare come dalle viscere della terra e del mare emergono, puntando dritte verso il cielo per decine di metri, una molteplicità di canne di organo in basalto. Uno spettacolo del genere difficilmente si può osservare altrove.