Quando il poker in Italia aveva telecronisti celebri

130
poker

Negli ultimi anni è cresciuto tantissimo anche in Italia l’interesse del pubblico per il poker, soprattutto nella versione americana texas Hold’em: la notorietà di questo gioco si è talmente ampliata da convincere perfino alcune emittenti TV italiane, già dal 2007, a trasmettere le partite dei campionati di poker e dei tornei internazionali più avvincenti.

In Italia, un po’ per gioco, un po’ per passione, un po’ per lavoro, le voci più note che raccontano le vicissitudini dei campioni al tavolo verde sono Fabio Caressa e Riccardo Trevisani, entrambi commentatori sportivi, in particolare di calcio, della nota piattaforma satellitare Sky Sport. Non è un caso che il poker catturi l’attenzione anche degli appassionati di calcio, ed anche di calciatori di fama mondiale che sono attratti dal gioco al tavolo: Cristiano Ronaldo, Gonzalo Higuian, per citare i più famosi, ma anche Bobo Vieri, Francesco Totti, Andrij Shevchenko.

Recentemente, la stella brasiliana Neymar ha dichiarato: “A fine carriera farò il giocatore professionista di poker. Mi piace tanto e mi trovo a mio agio, vorrei partecipare a tornei e a manifestazioni a cui ho dovuto sempre rinunciare a causa dei tanti impegni. Calcio e poker si somigliano, ha un gioco offensivo ed è importante saper leggere l’avversario”.

Una grande appassionata di questo gioco è la cantante lirica Katia Ricciarelli, più volte invitata a presentare e commentare i tornei di poker più famosi, come ad esempio il Gold Card Poker Tournament organizzato qualche anno fa al casinò di Saint Vincent, trasmesso su Sky Sport, ovviamente con la voce di Fabio Caressa. Altro commentatore di calcio che spesso è coinvolto nei programmi TV dedicati al gioco poker è Stefano De Grandis, noto ai più per la sua professione di giornalista sportivo per Sky Sport, ma anche esperto e appassionato di poker.