Isole Egadi in barca a vela: un itinerario completo per le vostre vacanze

271
Isole Egadi

La Sicilia è una terra magnifica, tra le più incantevoli al mondo. Il mare è una vera meraviglia: cristallino e dalle mille sfumature di blu e verde. La più grande isola italiana offre tantissimi scenari naturalistici diversi dalle pendici dell’Etna fino ai templi di Agrigento. Se state organizzando la vostra vacanza in Sicilia, è difficile scegliere una destinazione piuttosto che un’altra ma vi diamo un suggerimento… le isole Egadi! L’arcipelago immerso nel blu del mar Mediterraneo si presta soprattutto per essere navigato grazie al noleggio barche a vela Sicilia perciò eccovi pronto un itinerario per scoprirle.

Un itinerario per le Egadi in barca a vela

Di solito, si arriva in Sicilia atterrando all’aeroporto di Palermo. Se noleggiate l’imbarcazione nel capoluogo, la traversata verso le isole Egadi dura nove ore, motivo per cui vale la pena fermarvi a Castellamare del Golfo dopo esservi lasciati alle spalle il golfo di Mondello e l’Isola delle Femmine, riconoscibile dalla sua antica torre. Durante la fermata a Castellamare potete fermarvi in uno dei tanti locali oppure percorrere la scalinata fino alla piazza principale.

La riserva dello Zingaro

Il vostro itinerario può proseguire verso la riserva naturale dello Zingaro delimitata a est da Scopello e a ovest da San Vito lo Capo.  Questo tratto di costa di appena sette chilometri rappresenta uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia occidentale, perciò, vale la pena fermarsi e ancorare in rada. Le scogliere dello Zingaro sono a strapiombo sul mare e regalano delle piccole spiaggette di ciottoli che si raggiungono solo dal mare.

Favignana

Solo dopo una giornata allo Zingaro, arrivate a Favignana, l’isola principale dell’arcipelago. La spiaggia più famosa è Cala Rossa ma non vi conviene fermarvi qui perché se ne susseguono parecchie, una più incantevole dell’altra grazie alle acque cristalline del Mediterraneo. Non vi resta altro da fare che trovare quella che preferite tra le tante insenature rocciose.

Marettimo

Vale la pena salpare alla volta della piccola isola di Marettimo che si caratterizza per tipiche costruzioni bianche con il tetto piatto. Le alte scogliere verdeggianti si affacciano sul mare più turchese e incontaminato che possiate mai vedere nella vita. È un vero gioiellino sia sopra che sotto la superficie; procuratevi pinne e boccaglio per fare snorkeling e ammirare la ricchezza della fauna e flora marina. Ma non è finita qui! Sebbene sia molto piccola, c’è moltissimo da vedere, tra cui le grotte marine come quella del Cammello, della Bombarda o del Tuono ma avrete bisogno di autorizzazioni specifiche per raggiugerle.

Levanzo

La più piccola isola dell’arcipelago delle Egadi è però Levanzo. È anche la più antica ed è nota per essere la meta ideale per chi cerca un po’ di solitudine e un contatto più vero con la natura. La costa è frastagliata, ricca di piccole baie e anfratti dove ritagliarvi un posticino tutto per voi. Le spiagge più belle sono Cala Fredda e Cala Minnola Immancabile è una fermata alla grotta del Genovese dove sono presenti graffiti datati circa 9000 a.C.