Le città da visitare in Sicilia: da Siracusa ad Agrigento

640
città da visitare in Sicilia

La Sicilia è una delle regioni più splendide del nostro Paese. Sa unire la bellezza dei paesaggi con le testimonianze storico-culturali che sanno fare veramente la differenza. Un mix di tesori, che danno la possibilità ai turisti di trascorre delle vacanze assolutamente uniche nel loro genere. La Sicilia è in grado di regalare spiagge, borghi caratteristici, città culturali e di offrire una grande varietà dal punto di vista gastronomico. Tutti questi fattori fanno in modo che la Sicilia sia uno dei posti più belli d’Italia immancabilmente da visitare e da assaporare in ogni singolo aspetto. Ci sono soprattutto delle città che sono imperdibili. Scopriamo quali sono.

Un giro per Siracusa

Siracusa e la sua storia sanno regalare veramente tanto a chi ama saperne di più sul passato di una delle regioni più caratteristiche della nostra penisola. Già lo si vede dal suo centro storico, che è molto bello dal punto di vista architettonico.

Andando a Siracusa non si può mancare di fare una visita all’isola di Ortigia, al Duomo e alla Fonte Aretusa. A Siracusa troviamo anche diverse architetture religiose di grande bellezza, come la chiesa di Santa Lucia alla Badia, che dal 2005 è entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Una visita a Palermo

Se andiamo in Sicilia d’estate non possiamo mancare di andare nel capoluogo della regione, ovvero Palermo. Infatti proprio in questa città sono presenti delle spiagge che si caratterizzano anche come approdi marini eccezionali.

Fra questi dobbiamo ricordare in particolare la spiaggia di Mondello. Tra l’altro Palermo può rappresentare il punto di partenza per fare delle escursioni in tutto il resto della provincia.

Fra le attività da fare sicuramente non mancano la visita di Capo Gallo e le vicine spiagge di Sferracavallo, Aspra e Isola delle Femmine. Da Palermo ci si può muovere per visitare Monreale, Monte Pellegrino e Cefalù.

L’opportunità di visitare Catania

Catania si trova alle pendici del Monte Etna. Anche questa è una tappa fondamentale di chi sceglie di fare una vacanza in Sicilia. Trovandosi a Catania si può prendere parte a delle escursioni verso il vulcano.

Si può andare a Catania come periodo consigliato in tutte le stagioni, trovando delle condizioni ottimali. Si possono fare delle passeggiate culturali e tra i siti architettonici spiccano sicuramente la cattedrale di Sant’Agata, il Castello Ursino e la Fontana dell’Elefante, che è diventata nel corso del tempo il vero simbolo della città.

Un’escursione ad Agrigento

Agrigento è nota soprattutto per la Valle dei Templi, che fin dal 1997 è inserita nei beni che fanno parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. È la città di Luigi Pirandello e il punto di partenza per arrivare alla Scala dei Turchi di Realmonte e alla riserva di Eraclea Minoa.

Per arrivare è consigliabile atterrare presso l’aeroporto di Palermo o in quello di Catania. Poi ci si può anche muovere noleggiando un’auto, raggiungendo Agrigento da questi punti in circa due ore.

Il complesso archeologico della Valle dei Templi sicuramente predomina in maniera particolare, anche se i turisti non possono fare a meno di visitare anche diversi palazzi storici dalla grande valenza culturale.