Il difficile mondo del traduttore

931
traduttore

Al giorno d’oggi per vendere di più, per cercare di attrarre una clientela sempre maggiore e, ancora più in generale, per comunicare meglio, sono tantissime le aziende e le imprese che dedicano una parte del proprio budget alla traduzione o, meglio ancora, ad un’agenzia di traduzioni.

Infatti, quello del traduttore è un mestiere decisamente importante e del quale tendiamo troppo spesso a dimenticarci, sottovalutandone la sua importanza.

Questa professione, per lo più svolta da donne, richiede specifiche competenze linguistiche ma anche specifiche soprattutto quando si parla di traduzioni tecniche o mediche o che, in ogni caso, richiedano la conoscenza di un linguaggio tecnico specifico.

E’ necessaria, inoltre, una giusta dose di creatività, tanto che il percorso per diventare un traduttore professionista è spesso lungo e costellato di ostacoli.

Ma cerchiamo di capire meglio chi sono queste importanti figure che svolgono un ruolo fondamentale per le aziende e le imprese italiane che hanno intenzione di espandersi all’estero e perché questo mestiere è così importante nonostante la continua crescita di siti e programmi che promettono una traduzione istantanea e senza costi.

Traduttori ed agenzie di traduzione

Come abbiamo già detto, fare il traduttore non è semplice. Ma chi riesce a raggiungere questo obiettivo, nella maggior parte dei casi entra a far parte di grandi agenzie di traduzione, ossia degli organismi che offrono servizi di traduzione in svariate lingue.

Il funzionamento di un’agenzia di traduzioni è molto semplice: vi è un project manager che si occupa di definire la tipologia di lavoro ed assegnare il testo al traduttore che ritiene più adatto per conoscenze, competenze specifiche nel caso di particolari traduzioni tecniche ed esperienza, il quale, se il progetto verrà approvato, si metterà al lavoro per completare la traduzione.

Dunque, le agenzie collaborano con diversi professionisti specializzati non solo dal punto di vista linguistico, ma anche a seconda del tipo di traduzione (editoriale, tecnico-scientifica, legale, commerciale, per il web, etc).

Ad esempio, nell’ultimo periodo sono particolarmente richieste le traduzioni di interi siti web e questo è facilmente spiegabile dal momento che si è riscontrato un vero e proprio incremento delle vendite quando il sito web è tradotto nella lingua madre del consumatore. Questo processo prende il nome di geolocalizzazione e dimostra come non basti più avere un sito web monolingue per poter vendere in tutto il mondo.

Ed anche questo aspetto è facilmente spiegabile. Tradurre correttamente un sito web significa fare attenzione anche alle più piccole sfumature: non basta più utilizzare l’inglese generico e, ancora peggio, utilizzare alcuni programmi di traduzione automatica che non sono in grado di cogliere le sfumature linguistiche. Inoltre, anche in riferimento all’inglese, bisognerà cercare di fare delle distinzioni se si ha intenzione di rivolgersi ad un mercato inglese oppure uno americano.

Perché è importante tradurre

Se è vero, come abbiamo detto precedentemente, che i siti web tradotti nella lingua madre dei consumatori vendono di più, ci sono molti altri motivi che dovrebbero spingere le aziende a dedicare del budget alla traduzione.

Come prima cosa da tenere in considerazione vi è la certezza che tutto il materiale promozionale creato non può attrarre i clienti se non è tradotto nel modo adeguato. La conseguenza di una traduzione errata sarà la perdita di infinite possibilità di incontrare nuovi potenziali clienti. Lo stesso discorso va applicato anche ad altri canali online diversi dal sito, come ad esempio i blog aziendali e i canali social. Inoltre, è importante tenere presente che gli investitori ed i soci esigono comunicati stampa e report di monitoraggio periodici, chiari e precisi. Anche in questi casi sono più che mai necessarie delle traduzioni professionali.