Agguato di mafia ad Agrigento, uomo in gravi condizioni

Agrigento, Sicilia; nuovo agguato di mafia, ferito pregiudicato di quarantanove anni

Torna a colpire la mafia nell’agrigentino. Diego Provenzani, quarantovenne di Palma di Montechiaro, si trovava a bordo del suo scooter in località Ciotta lungo la strada per Marina di Palma, quando è stato affiancato da un’auto. Quattro colpi di pistola hanno colpito in pieno il malcapitato, immediatamente caduto sul suolo; un agguato in perfetto stile mafioso sul quale sono partite immediatamente le indagini.

Sono davvero gravi le condizioni di Provenzani, personaggio da sempre considerato vicino alla mafia. L’uomo è attualmente ricoverato nell’ospedale di Agrigento. I colpi, di calibro 9, sono stati esplosi da una distanza ravvicinata.

L’uomo, in passato, era stato indagato per l’uccisione del carabiniere Giuliano Guazzelli, ma poi scagionato dalle dichiarazioni di alcuni pentiti che avevano rivelato agli inquirenti come ad uccidere il maresciallo in realtà fosse stata la mafia di Cosa Nostra e non la “Stidda”; l’organizzazione malavitosa operante nell’area meridionale della Sicilia della quale Provenzani era considerato un affiliato.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.