Depressione, da un italiano la cura che mette fine al male oscuro

Si chiama Maurizio Fava ed è il ricercatore italiano che potrebbe mettere fine alla depressione. Scienziato tra i più eminenti del  Massachussetts General Hospital di Boston, Fava collabora con il centro da oltre trentanni. Proprio il ricercatore di origine italiana sta realizzando uno studio approfondito che potrebbe portare ad una cura per la depressione una volta per tutte.

Si tratta di un farmaco dall’azione completamente differente dagli altri fino ad ora utilizzati. In sostanza il medicinale contro la depressione ideato da Maurizio Fava, ha la funzione di favorire lo sviluppo dei neuroni all’interno del cervello del paziente.

La prima parte dello studio è ormai terminata; ora si attende, però, la fase di test sui pazienti. Sono 220 le persone che saranno coinvolte nell’esperimento; una serie di test che hanno il preciso obbiettivo di verificare l’efficacia della cura del dottore italiano. Solo nel caso in cui i risultati siano positivi, prenderà il via la terza ed ultima fase.

 

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.