Ascensore per interni, come realizzarlo e quale scegliere

391
ascensore per interni

Per una persona affetta da disabilità, abitare in una casa a più piani è un problema da affrontare sul breve termine. L’obiettivo è quello di garantire il massimo dell’indipendenza e dell’autonomia, per una mobilità perfetta. A tal proposito, è possibile scegliere una soluzione innovativa come l’ascensore per interni: i cosiddetti miniascensori sono utili per abbattere qualsiasi barriera architettonica e consentono anche di aumentare il valore della casa.

Ascensore per interni, cos’è

Che cosa sono gli ascensori per interni? Di solito ci vengono proposti come delle strutture non di ampie dimensioni, ma che comunque consentono il massimo della mobilità al loro interno. Semplificare la vita di un disabile è essenziale per evitare che comunque possa lasciarsi andare sul lungo termine. Ed è il motivo per cui abbattere le barriere architettoniche è un tema tanto importante.

Gli ascensori domestici piccoli per disabili sono soluzioni immediate per tutte quelle case che si sviluppano su più piani, ma possono essere anche richiesti dai piccoli condomini.

Ascensore per interni, caratteristiche

L’elevatore interno è una soluzione immediata, soprattutto nel momento in cui non si dispone spazio all’esterno. Tra l’altro, può essere realizzato in molteplici modi con vano in muratura o incastellatura panoramica. La sua costruzione rispecchia dunque le nostre esigenze o necessità, senza alcun limite, essendo personalizzabile e versatile.

Al giorno d’oggi sentiamo sempre più termini come inclusività e accessibilità. Basta dare un’occhiata alle città italiane, il cui aspetto urbano sta subendo delle modifiche per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

La caratteristica principale di un ascensore per interni è quello di facilitare lo spostamento in casa e renderlo più sicuro e accessibile ai diversi piani. I miniascensori, poi, sono pensati per chi mette il comfort al di sopra di tutto, ma sono ugualmente eleganti, sicuri e versatili, e persino piuttosto rapidi per quanto concerne l’installazione.

Tutti i vantaggi

Optare per un ascensore per interni ha decisamente i suoi vantaggi. Non possiamo dimenticare l’estrema funzionalità: è per questo motivo che si stanno diffondendo non solo nelle abitazioni private, ma anche nei piccoli condomini, sui luoghi di lavoro, e persino nei negozi o negli edifici storici.

Negli ultimi anni, l’attenzione all’accessibilità è molto maggiore, e per fortuna, aggiungiamo noi. La piattaforma elevatrice per interni, oltretutto, è utile anche per chi ha difficoltà ad affrontare le scale, così come per le donne incinte. Di base, comunque, l’ascensore interno non richiede dei lavori in muratura piuttosto ingenti né costosi. Inoltre, la presenza di un miniascensore aumenta di fatto il valore dell’immobile: nel momento in cui si propenderà per la vendita o l’affitto, ne gioveremo in positivo.

Ascensore per interni per eliminare le barriere architettoniche: quale scegliere?

Abbiamo a disposizione innumerevoli tipologie di elevatori interni per la casa. Dal panoramico al colorato, fino a quello per soppalco, ovviamente ci sono degli ascensori luxury che dispongono di ogni comfort inimmaginabile. Indubbiamente l’ascensore interno panoramico è di grande impatto. Di solito, viene scelto per un ambiente moderno, ma non manca nelle case di influenza classica.

L’ascensore panoramico interno presenta solitamente un vetro acidato, ovvero opaco, o ancora satinato o effetto fumé a seconda dello stile della casa. Molto carina è l’idea di un ascensore interno colorato, in cui è possibile sfogare la propria vena artistica e personalizzarlo grazie alle colorazioni disponibili. In alcuni casi si può anche personalizzare la pavimentazione, oltre che le luci.

Per chi abita in una casa con soppalco, è fondamentale un miniascensore per interno per disabili. Il collegamento in questo caso è molto importante, ma non solo: la sua costruzione non richiede opere edili di un certo livello e i costi sono molto moderati.