I consigli per un monopattino elettrico in vacanza

529
monopattino elettrico

Rimanere bloccato nel traffico anche in vacanza è un’esperienza sicuramente da evitare. Se sei un possessore di un monopattino elettrico sicuramente almeno una volta ti è balenata in mente l’idea di portarlo in vacanza. Se hai bisogno di qualche dritta e di qualche consiglio in merito, sei nel posto giusto. Per saperne di più sulle marche, sulle caratteristiche e sulle tipologie di monopattini elettrici, ti suggeriamo di visitare il sito www.migliormonopattinoelettrico.it.

Perché scegliere di portare il monopattino elettrico in vacanza

Se sei ancora titubante sul fatto di portare con te il tuo monopattino, presto ti faremo cambiare idea. Portare con sé un monopattino elettrico in vacanza è sicuramente la scelta vincente se non si vuole rimanere bloccati nel traffico e si opta per una vacanza in cui la mobilità sia pratica ed efficiente.

Pratici, comodi e sempre pronti all’uso, i monopattini elettrici sono di certo la nuova frontiera della mobilità. Tutta questa popolarità è dovuta alla loro estrema versatilità, infatti se decidi di portare quest’ultimo in vacanza con te potrai usufruire di una serie di vantaggi non indifferenti.

In primis tantissime sono le agenzie che organizzano dei tour in monopattino. Questa nuova idea di turismo sta trovando terreno fertile ed è anche perfetta per le coppie o per le famiglie. Un buon consiglio è quello di sincerarsi delle offerte delle agenzie su questa tipologia di tour quando si decide di intraprendere un viaggio.

In secondo luogo i monopattini elettrici sono ecosostenibili e amici dell’ambiente. In un mondo in cui serve sempre più l’aiuto di tutti, bisogna saper prendere scelte consapevoli e concrete. Portare il monopattino elettrico significa decidere di spostarsi per la città con un mezzo sostenibile ed economico, evitando di prendere taxi e noleggiare auto.

I monopattini elettrici sono estremamente cool e pratici. Ammettiamolo, uscire sudati dall’auto dopo aver cercato per mezz’ora un parcheggio non è proprio il massimo. La micro-mobilità permette di girare tutta la città agilmente e senza problemi poiché non si avranno problemi di traffico e di parcheggio.

Secondo dei recenti sondaggi, quasi la metà dei viaggiatori si lamenta in vacanza della mancanza dei parcheggi, questo deve servire da cartina tornasole per capire l’importanza del monopattino elettrico. Infine quest’ultimo è realizzato in modo tale da essere notevolmente leggero e funzionale, a differenza di molte bici che purtroppo potrebbero risultare non così pratiche.

Trasportare il monopattino elettrico

Uno dei tanti fattori che molti temono è il trasporto del monopattino. Però, quest’ultimo è dotato di un telaio estremamente versatile progettato per l’appunto per essere pieghevole e semplice da trasportare.

Se ti viene più comodo, puoi trasportare tranquillamente il tuo monopattino all’interno di uno zaino o di una sacca, poiché grazie al suo esiguo peso ti permetterà di portarlo sempre in spalla.

In aereo, però, molte compagnie vietano l’imbarco dei monopattini elettrici. Questi ultimi sono dotati di una batteria al litio e le compagnie aeree, per evitare possibili incidenti a causa della loro infiammabilità, hanno optato per il divieto. Questo però non deve scoraggiare dal trasporto di un monopattino elettrico in aereo: sono altrettanto numerose le compagnie aeree che invece ne permettono l’imbarco. Per evitare brutte sorprese, il consiglio è quello di visitare prima il sito web della compagnia per capire se sia possibile l’imbarco dei piccoli veicoli.

Come sugli aerei, anche prima di prenotare una nave da crociera è importante informarsi sull’imbarco dei monopattini elettrici. Se la compagnia lo consente, potrai sfruttare l’occasione per risparmiare dei soldi ad ogni escursione in città organizzata dalla crociera. Infatti sarebbe una scelta intelligente scegliere di portare un monopattino elettrico piuttosto che spendere in taxi e in autobus.

Infine, per tutti coloro che amano il viaggio in treno, il trasporto del monopattino non deve costituire un problema. A patto che non si ostruisca il passaggio e che sia posizionato correttamente all’interno di una sacca, tutte le compagnie consentono l’imbarco di monopattini all’interno del treno.

A questo punto appare chiaro che, sia in aereo sia in treno e persino nella nave da crociera, il monopattino elettrico può essere riposto e trasportato in maniera comoda e pratica. Tuttavia, il consiglio è quello di prestare sempre molta attenzione ai limiti e alle regole delle singole compagnie.