Seggiolino auto per bambino: le nuove norme anti-abbandono

156
seggiolino auto

La legge prevede delle sanzioni dagli 80 ai 323 euro per chiunque non faccia uso di sistemi di ritenuta per bambini. Scegliere un seggiolino auto per un bambino però non è solo un adeguamento alla normativa del Codice della Strada ma è soprattutto un modo per garantire al bambino di stare sicuro e comodo durante i viaggi, così che anche i genitori stiano tranquilli.

La scelta dei seggiolini auto comporta varie valutazioni da fare oltre ai parametri e alle norme di omologazione da rispettare, ossia:

  • l’altezza e il peso del bambino;
  • l’auto che deve ospitare il seggiolino.

Tipologie di seggiolino auto

La normativa europea ECE R44 suddivide le tipologie dei seggiolini auto in base al peso del bambino.

Sono state identificate 5 categorie di peso:

Gruppo 0 per bambini di peso inferiore ai 10 kg: la “navicella” adatta sin dal neonato e che viene assicurata al sedile posteriore grazie al kit di sicurezza in dotazione con la navicella o da acquistare a parte.

Gruppo 0+ per bambini di peso inferiore ai 13 kg: l’“ovetto” che può essere utilizzato sin dal neonato ma la differenza rispetto alla navicella è che può essere posto anche sul sedile anteriore (in senso contrario di marcia). In questo caso è necessario disattivare l’airbag, se presente. L’ovetto può essere assicurato al sedile con le cinture di sicurezza.

Gruppo 1 per bambini tra 9 e 18 kg: questo tipo di seggiolino può viaggiare anche in senso di marcia e sia sul sedile anteriore che su quelli posteriori, assicurandolo con le cinture di sicurezza.

Gruppo 2 per bambini tra 15 e 25 kg: si tratta dei rialzi con schienale che consentono al bambino di raggiungere la giusta altezza per utilizzare le cinture di sicurezza degli adulti.

Gruppo 3 per bambini tra 22 e 36 kg: in questo caso sono dei rialzi con o senza schienale.

La normativa europea ECE R129 che non ha ancora definitivamente sostituito la precedente, distingue le tipologie di seggiolini auto in base all’altezza del bambino.

Il seggiolino auto omologato può essere:

  • universale: se è compatibile con la maggior parte dei sedili dei veicoli e viene fissato con le cinture di sicurezza;
  • semi universale: se per l’aggancio in auto oltre alle cinture di sicurezza sono previsti altre componenti;
  • veicolo specifico: il seggiolino è compatibile solo con specifici veicoli.

Seggiolino auto e l’allarme anti-abbandono

Per fronteggiare il sempre più frequente fenomeno dell’abbandono dei bambini in auto, dal 1° luglio 2019 per i bambini minori di 4 anni ci sarà l’obbligo di usare seggiolini anti – abbandono che, con un segnale acustico, avvisano della presenza del bambino.

Chi non si conformerà a quanto stabilito dalla legge, incorrerà in salate multe.