Ottobrata Zafferanese: una festa dei prodotti tipici che dura un mese

188
ottobrata zafferanese

Si svolge dal 7 al 28 ottobre di quest’anno la 40esima edizione dell’Ottobrata Zafferanese, una grande festa dei prodotti tipici del territorio dell’Etna a Zafferana Etnea, in provincia di Catania. Si tratta di una vera e propria mostra mercato con la possibilità di effettuare degustazioni di prodotti alimentari e di visitare numerosi stand di creazioni dell’artigianato locale.

Grande attenzione alla gastronomia locale

Sicuramente grande attenzione viene data all’alimentazione e alla gastronomia locale, con prodotti tipici delle pendici dell’Etna. Stiamo parlando ad esempio dei funghi porcini, dell’olio, delle olive e delle conserve, dell’uva dalla quale si ricava il vino locale, ma anche del miele, dei fichi d’India, delle noci, nocciole, pistacchi e della mostarda.

Tutto è a disposizione dei tursiti e dei semplici visitatori che vorranno prendere parte all’Ottobrata Zafferanese, una festa lunga un mese che trascina tutti innanzitutto all’insegna del gusto, grazie anche ai numerosi appuntamenti organizzati da Slow Food, con degustazioni guidate, ma anche con itinerari dal punto di vista della bellezza.

Mostre e spettacoli a Zafferana Etnea

I visitatori potranno ammirare lungo il centro storico della città la mostra relativa ai mestieri di un tempo. Si possono ammirare le creazioni degli scultori della pietra lavica e del legno, le ricamatrici, i pupari. Tutto all’insegna dell’argianato tipico del luogo.

Ma l’Ottobrata Zafferanese è anche spettacolo e occasione di divertimento, con numerosi eventi musicali, animazione dedicata anche ai più piccoli (grazie alla presenza di acrobati e giocolieri).

Tante anche le occasioni per chi ama fare delle passeggiate e delle escursioni in mezzo alla natura, con eventi guidati che permetteranno di visitare i luoghi densi di bellezza dell’area del catanese.

Un gruppo di eventi molto interessanti accoglierà i visitatori all’Ottobrata di Zafferana Etnea, con la sagra del miele, delle mele, dei funghi, delle castagne e dell’uva.