Olio extravergine d’oliva: fa bene al cuore, ecco perché

62
olio extravergine d'oliva

L’olio extravergine d’oliva è in grado di proteggere il cuore e risulterebbe molto utile per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Lo hanno scoperto i ricercatori del St. Michael’s Hospital di Toronto attraverso uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications.

Da sempre si vanta l’olio extravergine d’oliva perché è ricco di molte proprietà a vantaggio della salute e l’Italia ne ha fatto uno dei prodotti più pregiati che derivano dall’agricoltura. Ma come mai l’olio d’oliva sarebbe così efficace nel garantire la protezione del muscolo cardiaco?

Secondo i ricercatori sarebbe tutto merito della proteina ApoA-1V. Questa sostanza è contenuta proprio nell’olio e si rivela fondamentale per evitare la formazione di trombi che possono determinare il sopraggiungere di un infarto o di un ictus.

La proteina ApoA-1V quindi si rivela essenziale nella circolazione del sangue. Già gli esperti conoscevano la funzione importante svolta da questa proteina. Adesso con il nuovo studio hanno scoperto che i livelli della sua presenza nell’organismo aumentano, se vengono consumati cibi che contengono una certa quantità di grassi insaturi, proprio quelli presenti nell’olio extravergine d’oliva.

La molecola che è stata oggetto di studio si pone come un componente fondamentale nell’aiuto della circolazione, perché è in grado di legarsi ad un recettore sulle piastrine. In questa maniera impedisce che esse si uniscano, causando la formazione di trombi, che potrebbero mettere a repentaglio il funzionamento del cuore.

L’olio extravergine d’oliva quindi non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione, se vogliamo avere la possibilità di restare più in salute.