Carenza di sodio: la mancanza di sale causa nausea e crampi

137
carenza di sodio

Forse non tutti sanno che la carenza di sodio può provocare sintomi inaspettati, come la nausea, il vomito e i crampi muscolari. Molti esperti insistono sui danni che l’eccessivo consumo di sale può portare, primo fra tutti l’innalzamento della pressione arteriosa. Eppure il sale si rivela fondamentale per far funzionare nervi e muscoli.

La carenza di sodio è un problema di salute da non trascurare, secondo ciò che ha detto il nutrizionista May Simpkin, che di recente ha curato proprio un articolo sull’argomento. Il sale si trova nascosto in moltissimi alimenti, anche nel pane e nei cereali per la colazione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di consumare meno di 2 grammi di sodio al giorno, proprio per prevenire le malattie cardiovascolari. Tuttavia gli studi recenti hanno messo in evidenza che non è possibile rintracciare nessuna prova convincente sul legame diretto tra consumo di sodio e malattie cardiache o ictus.

Secondo l’esperto, non bisogna dimenticare il ruolo che il sale ha nel nostro corpo, soprattutto nel regolare il corretto equilibrio dei liquidi all’interno e all’esterno delle cellule. Proprio per questo motivo non dovrebbe mancare. Naturalmente la raccomandazione è quella di non esagerare e di ricorrere anche a delle alternative, quando si tratta di aggiungere sapore ai cibi.

A questo proposito aglio, zenzero e succo di limone, oltre che tutte le spezie in generale, possono rivelarsi davvero importanti. E se la carenza di sodio continua a far preoccupare, più che altro bisognerebbe rivedere lo stile di vita in generale, che è un fattore fondamentale per ridurre il rischio di sviluppare patologie.

Foto di Awesomecontent