Catania, arrestati estorsori Clan Mazzei dopo la denuncia di un imprenditore

A Catania la denuncia di un imprenditore minacciato ha permesso ai Carabinieri di arrestare tre estorsori vicini al clan Mazzei

I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato tre uomini, vicini al Clan Mazzei, accusati di estorsione e rapina con l’aggravante del metodo mafioso. L’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare è emersa dopo che un imprenditore avrebbe deciso di denunciare le minacce cui sarebbe stato diverse volte sottoposto dagli stessi. Secondo l’uomo, i tre lo costringevano con la violenza ad effettuare dei lavori di ristrutturazione per un valore complessivo di circa 8mila euro nell’abitazione di uno di loro, sita un piccolo quartiere di Catania.  Secondo i Carabinieri di Paternò- i quali da giorni tenevano d’occhio gli uomini in corso d’indagine- l’uomo sarebbe stato minacciato presso la propria azienda mentre gli estorsori si appropriavano del furgone dell’impresa chiedendo in cambio la somma di due mila euro per rilasciarlo.

Il Clan Mazzei, da tempo rinominato clan dei “carcagnusi”, è ritenuto uno delle associazioni a delinquere di stampo mafioso più potenti della città. Tanti anni fa, i componenti dello stesso mantenevano  le redini durante il periodo di latitanza del capo indiscusso Sebastiano “Nuccio” e di altri affiliati.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.