Pelle artificiale sensibile al tatto, messa a punto una nuova tecnica rivoluzionaria

Incredibile, arriva la prima pelle artificiale sensibile al tatto: ecco come funziona e come si realizza

Pelle artificiale sensibile al tatto, messa a punto una nuova tecnica rivoluzionaria 17/10/2015 – Da sempre si cerca di migliorare le nostre scoperte . Adesso e’ stata realizzata la prima pelle artificiale, sensibile al tatto che è assolutamente assimilabile a quella reale.  Una invenzione incredibile  realizzata da 17 ricercatori della Stanford University guidati dalla docente di Ingegneria chimica Zhenan Bao. La prima pelle artificiale che utilizza un materiale flessibile e simile alla pelle: si tratta dunque di una grande scoperta scientifica che potrebbe aprire la strada a nuovi risvolti. La pelle artificiale sensibili al tatto riesce a rilevare la pressione subita e trasmettere il segnale elettrico al sistema nervoso. Insomma un vero e proprio miracolo: la pelle artificiale tornerà utile in diversi settori medici, come nel settore della chirurgia plastica.

 

Dunque una grande novita’ l’arrivo della pelle artificiale sensibile al tatto: è costituita appunto da un materiale plastico su due strati, uno esterno capace di rilevare differenti gradi di pressione e quello interno in grado di trasportare i segnali elettrici e tradurli in stimoli biochimici per le cellule nervose. Per realizzare la pelle artificiale i ricercatori hanno sviluppato un sistema elettronico flessibile. Insomma un vero e proprio miracolo della scienza. Vedremo che usi se ne faranno.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.