Allergie alimentari: il punto di vista delle societa’ scientifiche sulle intolleranze

Allergie alimentari e intolleranze, il dibattito e’ aperto: attenzione agli interventi fai da te

Quando si parla di allergie alimentari e intolleranze bisogna andarci con i piedi di piombo. Si continua a discutere di Allergie alimentari e intolleranze, e i dati parlano chiaro e dicono che l’epidemiologia delle intolleranze delle allergie alimentari non è chiara ma c’è un generale consenso sulla differenza esistente fra la percezione di allergia alimentare nella popolazione, rispetto all’incidenza reale del fenomeno. Dunque cresce il numero di persone che soffrono di allergie alimentari e intolleranze. Dunque attenzione. La percezione della popolazione di essere affetta da intolleranza alimentari o allergie arriva quasi al 25% ma l’incidenza reale è molto più bassa. Come dire: oggi sovente si giustificano varie malattie con allergie alimentari e intolleranze che i medici non riescono a chiarire. Ma cosa ne pensano le società scientifiche ? Scopriamolo insieme.

E’ stato realizzato un documento condiviso sulle allergie alimentari tra le varie società scientifiche, che verrà inviato ai 300mila medici italiani. L’obiettivo è combattere principalmente la disinformazione ed in particolare evitare di creare molta paura nei confronti di alcuni alimenti di per se assai raramente causa di intolleranze e allergie alimentari nel bambino, e infine creare dei falsi allergici, e sottovalutare o non inquadrare correttamente i veri allergici, che invece poi rischiano reazioni assai gravi e talora mortali. Le allergie alimentari si combattono anche cosi.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.