Economia italiana: diminuisce l’export, male il sud

I dati dell’Istat mostrano un’economia italiana ancora una volta, a due velocità ben distinte. I numeri relativi al terzo trimestre di quest’anno mostrano, infatti, un calo congiunturale delle esportazioni, vero e proprio punto di forza dell’economia italiana.

La diminuzione dell’export nel nostro paese è particolarmente grave nelle regioni del sud, dove la mole di prodotti venduti nei paesi del vecchio continente ed europei ha subito una contrazione di oltre cinque punti con una percentuale con una quota che si attesta sul 5,2%. Numeri molto differenti, invece, nelle regioni del nord est che mostrano una situazione dell’export quasi del tutto invariata.

La dinamica cambia molto se i dati vengono paragonati all’inizio dell’anno. Dai primi mesi del 2015 si registra, infatti, un aumento delle esportazioni di quasi otto punti percentuali (7,9%) nelle regioni del sud mentre l’area del nord est, vero traino dell’economia italiana, ha conseguito un +5%; entrambi i dati sono al di sopra della media nazionale che si attesta sul 4,2%.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.